mercoledì 23 luglio 2014

matite occhi Neve: amore!!!! tenuta superlativa

Questo post valga quale ammenda alle mie frequenti critiche (sono delicatina e rompiscatole,pure...)
Dunque, dopo essere stata per anni fervente utilizzatrice - ed ahimè finanziatrice - delle case cosmetiche più blasonate da alta profumeria, qualche anno fa per problemi di reazioni allergiche costanti ho sterzato verso l'eco bio, trovando grandi benefici e miglioramenti.
Tuttavia, quanto al trucco occhi, che ho sempre fatto con almeno tre tonalità di ombretto per dare tridimensionalità, ho sempre riscontrato il problema della migrazione del colore sulla palpebra fissa, qualunque cosa facessi. Primer siliconici, matite ed eye liner super performanti ecc. Niente da fare: dopo un tempo più o meno breve, il trucco si trasferiva macchiandomi la pelle e con un effetto complessivamente sgradevole e sciatto.
Quindi, mi ero sempre astenuta dall'acquisto di matite occhi eco bio: se nemmeno i siliconazzi potenti evitavano il problema, figurarsi cosa avrebbe potuto fare un prodottino naturale e senza ingredienti tipo uranio impoverito....
Qualche giorno fa tuttavia ho avuto l'opportunità di testare dal vivo in una bioprofumeria della catena Thymiama (quella di Pordenone per l'esattezza, posto delizioso, il Bengodi del trucco e della cosmesi eco bio!!) delle matite occhi di Neve e, visto che erano tanto belle ed atteso il costo, solo € 4,80,  ne ho prese diverse. Liquirizia, (nera matt), Zaffiro (blu notte), Avorio (bianco burro leggermente perlato) e Terra (marrone bronzo perlato).

Mi son detta: vabè, proviamo.
E gente: uno scoop!! Righetta appena stesa, e sfumata a pennellino, poi semplicemente e prudenzialmente tamponata con polvere di riso: non si è più mossa ma manco minimamente dalle 6 del mattino fino alle 22!!! e con tutto il caldo e le giornate in giro per il mondo a sudare!!
Soprattutto la nera, colore che non usavo da almeno 20 anni, giuro, è stata una rivelazione: anche dopo una seduta di fisioterapia terrificante, dove ho sudato l'inverosimile e praticamente ho pianto per il male che mi ha fatto l'aguzzino, e sempre col viso appoggiato di lato sul telino, beh: la riga era li, perfetta ed immutata! Tutto il resto, spalla in primis, era inguardabile: sembrava mi avessero ripescata dal mare in tempesta dopo un naufragio.
Ma la riga sull'occhio era perfetta!
Sono sbalordita quanto estasiata!! felicissima!!! Dunque ora ne ho ordinate altre, Bosco, Cincillà e Petrolio e Melanzana che
vi mostro subito:
voto: 10!
E voi, quali matite Neve Cosmetics possedete?

BB Cream Benecos 8 in 1



Non potevo esimermi dall'acquistare la BB cream di Benecos, marca di cui possiedo molti prodottini e che si caratterizza per il connubio felice tra Inci eco bio e prezzi minimi.
Dunque, l'ho acquistata da Saicosatispalmi per circa 6 €, oltre alle spese di spedizione.
Il sito, tra l'altro, è ottimo e le spedizioni veloci. Ci faccio acquisti da 3 anni e sono sempre rimasta molto soddisfatta. Fateci un giretto se ne avete l'occasione, poichè la selezione di prodotti ecobio è davvero valida e la titolare, Barbara, squisita.
Torniamo alla nostra BB: ho preso la colorazione 02, il beige, ovvero quella più scura: tenete conto però che essendo BB cream e non fondotinta, la colorazione è un parametro relativo e non serve un match perfetto col nostro colore di pelle.
Cerco comunque di mostrarvi uno swatch sulla mia mano, così che possiate farvi una idea sia della colorazione che della resa:


La cosa che mi interessava di questo prodottino è la presenza di acido jaluronico, dunque il potenziale idratante, l'estratto di acaj - bacca dal forte potere antiossidante.
In realtà come si vede dall'inci, l'acido ialuronico la formulazione lo ha proprio visto di sfuggita, mentre il resto della composizione è comunque buono e sempre certificato eco bio.
Ingredients (INCI): Aqua, Citrus Limon Fruit Water, GlycerinOlea Europaea (Olive) Fruit Oil*, Acacia Decurrens/Jojoba/Sunflower Seed Cera/Polyglyceryl-3 Esters, Isoamyl Laurate, Sucrose Distearate, Butyrospermum Parkii (Shea) Butter*, Glyceryl Stearate Citrate, Simmondsia Chinansis (Jojoba) Seed Oil*, Galactoarabinan, Cetyl Alcohol, Glyceryl Caprylate, Cera Alba (Beeswax), Lauroyl Lysine, Silica, Euterpe Oleracea (Acai) Fruit Oil*, Sucrose Stearate, Phenethyl Alcohol, P-Anisic Acid, Punica Granatum (Pomegranate) Seed Extract, Limonene, Dehydroxanthan Gum, Sodium Hydroxide, Parfum (Essential Oils), Tocopherol, Talc, Rosmarinus Officinalis (Rosemary) Leaf Extract*, Ascorbyl Palmitate, Citric Acid, Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil*, Sodium Hyaluronate, Citral, Linalool; Ci 77891, Ci 77492, Ci 77491, Ci 77499
* organic
target:
per la casa produttrice la BB in questione è dedicata specialmente ad una pelle più grandina, e comunque vanta la caratteristica di uniformare, proteggere dai radicali liberi, e rimanere matt.
opinione:
indubbiamente il rapporto qualità prezzo merita la prova. 
Tuttavia non sono pienamente soddisfatta del prodotto (sicuramente è colpa delle mie alte aspettative) e vi spiego perchè.
Innanzitutto, va meglio steso con pennello da fondotinta a lingua di gatto, che rende l'applicazione più precisa e professionale (con le dita ho provato, ma non mi convince).
Devo poi sgomberare il campo dalle accuse di difficoltà nella stesura dovute a presunta veloce essicazione della texture: a differenza del fondo di Benecos, che veramente presenta questo "problema", la BB a mio avviso no. Io appoggio 4 lenticchie di prodotto su fronte, guance, naso e mento, e ho tutto il tempo di stenderlo bene a pennello senza che asciughi. Qui, nessun problema.
Il risultato è anche bello: uniforma, ma senza coprire eccessivamente (no effetto maschera e comunque ricordiamoci che è una BB, non un fondotinta).
L'aspetto che invece non mi convince del tutto è la tendenza a far sudare la pelle. Ma proprio tanto! ok, l'ho usata nel periodo estivo con le temperature più alte, e dunque non il più propizio forse. Ma a me questo aspetto infastidisce alquanto.
Per il resto, il risultato estetico è valido e la pelle non si lucida, per cui il prodotto mantiene le promesse.
voto: 7
E voi? qualcuna la usa? come vi ci siete trovate?
Un abbraccio!

mercoledì 9 luglio 2014

Gel rassodante viso Borlind

Questo è un prodottino che reputo molto interessante e di cui vi voglio parlare.
L'ho acquistato sul sito tedesco flaconi.de, per circa 25,00 € contro i 34,00 a cui si può acquistare on line in Italia (peraltro non sono moltissimi i siti che trattino Annemarie Borlind).
Target: 
Mi incuriosiva il target del prodotto: un gel dichiarato rassodante, e che la casa propone per rassodare i tratti, levigare la superficie della pelle, idratarla a fondo ed attenuare e prevenire i capillari dilatati (couperose). Il tutto, in un prodotto a base di estratti botanici selezionati,  certificato eco bio sebbene come spesso nei prodotti tedeschi, con l'alcohool ai primi posti in INCI, evidentemente usato quale conservante e solubilizzante.
In particolare, gli attivi funzionali sarebbero il fomes officinalis (o agaricus, un fungo del larice) con proprietà tonificanti ed astringenti, che dunque dona un effetto tensore ed astringente anche sui capillari, nonchè l'adansonia digitata, ovvero il baobab africano, che pare avere proprietà antiossidanti importanti. Completano la struttura gli estratti lenitivi e flebotonici di amamelide, equiseto, rosmarino ed inoltre il SAP, ovvero una forma  stabilizzata di Vit C.
La consistenza è quella di gel fluido, poco denso, ed ha un profumo floreale fresco molto delicato e gradevole.
Si asciuga velocemente addosso, e consente di passare immediatamente al trucco,
opinione: 
uso il prodotto da qualche settimana.
Mi piace l'effetto tensore che si avverte, e soprattutto il senso di freschezza che conferisce al viso: debbo confermare che l'azione antiarrossamenti e lenitiva c'è tutta. 
L'aspetto complessivo della pelle, pur senza miracoli, è decisamente migliorato.
Ne basta molto poco. 
L'assenza di quota oleosa lo rende adattissimo alla stagione calda, ed in realtà anche a ragazze giovani, attesa la texture leggera e oil free. L'efficacia antiox e vasoprotettrice fanno comodo a tutte, non solo a noi più grandine!
L'unica accortezza, a mio avviso, e non utilizzarlo prima di esporsi al sole a causa della presenza di alcool, che come sappiamo potrebbe determinare macchie della pelle per reazione alla esposizione.
Al riguardo, debbo dire che pure con la mia pelle secca reattiva e delicatissima non ho riscontrato alcun problema dalla presenza di alcool in formula, che è evidentemente ben tamponato dagli umettanti altresì presenti e non arriva a dare fastidio.
In inverno, tuttavia, va certo usato sotto ad una crema con quota grassa, poichè da solo non sarebbe sufficiente.

In definitiva, un prodottino valido e che mi sento di consigliare.

martedì 8 luglio 2014

BB cream Annemarie Borlind: bocciata



Presa dalle recensioni molto positive lette in giro per il web, ho voluto, fortemente voluto, possedere questa nuovissima BB Cream di Borlind, una marca tedesca certificata eco bio e molto attenta all'INCI.
Innanzitutto, l'ho acquistata direttamente da un sito tedesco,  flaconi.de, ad € 18,90 (contro i circa 25 a cui si reperisce in Italia), nella colorazione Almond (mandorla) la più scura tra le due disponibili.
spalmata


Assieme, ho acquistato della stessa casa anche il gel rassodante viso, questo, un prodottino molto valido.

target:
la BB, che come ormai sappiamo non è un fondotinta ma un beauty balm, ovvero un trattamento giorno anche colorato, che dovrebbe uniformare un po' il colorito e in sostanza sostituire crema e siero ed evitarci di truccarci, in effetti va bene per chi non ha grandi problematiche da coprire.
Questa, nello specifico, vanta l'acido ialuronico: che però  è la versione botanica, non l'acido jaluronico o ialuronato sodico che siamo abituate a conoscere (e vorremmo....) nei trattamenti viso.
Che poi, contrariamente  a quanto cercano di propinarci per giustificare i soldi che ci chiedono, non è che faccia chissà che nemmeno l'originale, e nemmeno penetra granchè negli strati profondi del derma per rimpolpare o chissà che altro: semplicemente, è un umettante che trattiene l'acqua sulla superficie della pelle. Il che, per carità, ci fa comodo: ma non fa miracoli, non penetra, ed in definitiva non vale tutti i soldi che per lo più ci chiedono per ogni crema che ne abbia annusato appena l'odore....
Ecco: questa BB cream, che lo vanta, ne ha pochissimo (è oltre la metà dell'INCI) .
Dopodichè promette le solite cose che promettono tutte le BB, come potete leggere sulla confezione fotografata sopra: riduzione e minimizzazione dei segni d'espressione, luminosità dell'incarnato, ecc.
Detto questo giusto per amor di precisione, passiamo all'opinione d'uso o recensione vera e propria.
opinione:
Non mi piace.
Ok, devo mettermela via che non posso aspettarmi da una BB il risultato uniformante di un fondotinta: ma questo prodotto non minimizza ne uniforma alcunchè, e certo,diversamente da quanto promette, non mantiene opaco e satinato l'incarnato.
Mi si lucida subito addosso, e ho la pelle secca (un po' mi si lucida normalmente solo la zona T, ma col caldissimo).
Non uniforma nulla, nè mi piace particolarmente addosso. E insomma, non la regalano.
Per me, un prodotto perfettamente inutile.
Tanto per non buttarla, cerco di usarla come base per il Flat Perfection di Neve: insieme, un po' di coprenza e di finish curato ed uniforme lo danno. Però son troppi soldi, per un risultato così insoddisfacente.
Ecco, spero che questa mia recensione possa essere utile a qualcuna...Baci!

martedì 1 luglio 2014

Neve cipria Kalahari e pastello Aragosta: bocciati




Non ho resistito all'acquisto di questo due ultimi nati in casa Neve Cosmetics, € 12,90 la cipria ed € 3,80 il pastello labbra, di cui nel giro di pochi giorni ho iniziato a leggere lodi sperticate in rete.
Al riguardo, mi permetto di esprimere qualche perplessità quando i prodotti vengono regalati alle blogger, che declamando assoluta libertà di giudizio promuovono entusiasticamente prodotti che io poi (comprandomeli) trovo assolutamente insoddisfacenti.
Forse, sono troppo esigente io. O forse, non lo si è abbastanza quando i prodotti vengono regalati e si desidera che il rapporto continui.
A voi l'ardua sentenza.
Comunque, a me questi due prodotti non sono affatto piaciuti.
la cipria Kalahari, lungi dall'opacizzare come promesso dalla casa (e confermato dalle entusiaste testers in rete) non opacizza nemmeno appena stesa: ed è ovvio, avendo quale primo componente nell'incidente la mica, che è un minerale riflettente.
Li la colpa è mia: avessi letto l'inci anziché descrizioni e recensioni, non l'avrei dovuta comprare.
In definitiva, come cipria è inutilizzabile, e come bronzer non mi pare proprio adatta causa la scarsissima scrivenza (comunque vi metto a paragone la foto col bronzer Maldive sempre di Neve, che adoro)
Quanto al pastello labbra Aragosta: il colore e un corallo con iridescenza dorata, nel peggior stile anni '80. La texture è asciuttissima, e segna immediatamente le righette verticali delle labbra.  Effetto cosmetico nel complesso poco moderno e texture fastidiosa.
Insomma, se avessi potuto provarli in un negozio fisico, non li avrei mai acquistati.
Peccato, perché di Neve sono fan e ho tantissimi prodotti, che uso molto volentieri: ma questi proprio no. Bocciati!