lunedì 10 aprile 2017

Pocket Sun Cosmetics Milano: bocciato

Mi sento oggi di recensire un prodotto di cui se leggete in rete trovate solo descrizioni entusiastiche, urlate in ogni commento della (sola) pagina FB della Casa produttrice.
Non è un prodotto ecobio, ma non contiene nemmeno ingredienti nocivi o siliconi e petrolati.

Si tratta dell'autoabbronzante più popolare del momento, il POCKET SUN della Cosmetics Milano, presentato come innovativo, l'unico che dia una abbronzatura color nocciola (dunque il più simile a quella naturale, evitando il tipico color aranciato di tutti gli autoabbronzanti).

Premessa doverosa: perchè prendere in considerazione l'autoabbronzante?
Per molti motivi: ci troviamo a scoprirci, causa temperature improvvisamente elevate, e abbiamo il colore di un cadavere ripescato dopo giorni di ammollo nel fiume; perchè semplicemente anche in inverno ci piacciamo un po' più colorite; perchè l'esposizione al sole invecchia la pelle, provoca macchie di accumuli melaninici e rischi per la salute (cancro), rischi questi ultimi molto più elevati con l'utilizzo delle lampade abbronzanti.
Insomma, qualche volta si vuole legittimamente provare a regalarci in pochissimo tempo un velo di abbronzatura in maniera sana: e gli autoabbronzanti sani lo sono, in quanto la colorazione deriva da una reazione meramente superficiale di un derivato dalla canna da zucchero, il diidrossiacetone, o DHA, che reagisce con le cellule più superficiali della nostra pelle.

E fin qui....
Bene: insomma, sentendo tutte le lodi, venerdì 7.4.2017 acquisto entrambe le referenze Cosmetics Milano, appunto il Pocket Sun, viso e corpo: il primo uno spray che consente una nebulizzazione finissima, e il secondo una mousse corpo.
Costo: € 30,00 cadauno, per un totale di 60 €, che dovrebbero garantire almeno 30 applicazioni.
Ragionevole, mi dico.
Prima precisazione: il componente attivo, il diidrossiacetone appunto, non è un brevetto della casa, ma il più comune ingrediente autoabbronzante di ogni prodotto del genere sul mercato, incluse le molte referenze ecobio che ormai il mercato offre.
Il resto, come si può vedere dall'INCI, è contorno.





Bene: seguo pedissequamente le istruzioni (utilizzare il prodotto la sera, dopo doccia e scrub, avendo cura quanto al prodotto corpo di distribuire molto uniformemente su tutta la superficie trattata e, quanto allo spray viso, nebulizzare a distanza di 30 cm, asciugare un po' col phon e poi evitare per entrambi il contatto con l'acqua nelle 4 ore successive).

Al mattino, il responso:

- abbronzatura arancione come con ogni autoabbronzante provato in vita mia (da quelli del supermercato da pochi euro, a quelli di alta profumeria come Dior, Lancome, Helena Rubinstein, Clinique ecc). Non c'è verso: il colore sempre sull'aranciato viene.
- pelle molto secca, probabilmente dovuto alla formulazione. A questo punto, meglio usare i prodotti in crema che se non altro per il supporto in cui è disperso il principio attivo, idratano la pelle.
- colore comunque poco intenso anche con 3 applicazioni di fila (tentate nelle ore successive)

In definitiva, un effetto estremamente innaturale, come con tutti gli altri autoabbronzanti. E come quelli provati in precedenza, anche questo finirà nella spazzatura intero. 60 € buttati.

PS: essendomi permessa di recensire sulla pagina FB della Cosmetics Milano, in maniera estremamente sobria e moderata, che appunto non mi ero trovata bene e che per me il prodotto era identico a tutti gli altri in commercio, mi sono trovata dopo pochi minuti eliminato il commento e bloccata. Per carità, va benissimo: ma forse allora mi spiego come mai solo commenti entusiastici. E ribadisco e preciso che mi ero espressa con modi assolutamente low profile e rispettosi.
Voto finale: 4/5

giovedì 30 marzo 2017

Sezione Aurea: proprio no.

Veloce recensione circa due prodotti acquistati qualche tempo fa su Bio Eco Shop (ottimo e-commerce). Si tratta dei prodotti Sezione Aurea Cosmetics, e più precisamente Cristina, Maschera Divina per capelli, € 14,16 per 250 ml,  e lo shampoo Lara Shampoo Divino € 11,31 per 200 ml.
La linea è dedicata ai capelli secchi e sfruttati, quali i miei, e ho dunque voluto provare acquistando queste due referenze. 

La Maschera Cristina, che è prevista per un uso sia pre shampoo che come balsamo, vorrebbe essere un impacco di bellezza per capelli secchi e sfibrati. In effetti, dall'Inci mi ero accorta che non c'era nessuno dei condizionanti che ho sperimentato essere efficaci (in formula c'è l'esterquat), ma leggendo tali e tante meraviglie in rete su questa linea di prodotti mi sono fatta tentare e ho provato.
Inci: Aqua, Distearoyethyl dimonium chloride, Cetearyl alcohol, Glycerin, Theobroma cacao seed butter*, Butyrospermum parkii butter*, Linum usatissimum oil*, Simmondsia chinensis seed oil (jojoba)*, Panthenol, Hydroxyethylcellulose, Melissa officinalis extract*, Rosmarinus officinalis extract*, Lactic acid, Parfum, Tetrasodium glutamate diacetate, Citric acid, Hydrolized keratin powder**, Potassium sorbate, Sodium benzoate, Benzoic acid.
*da agricoltura biologica
**vegetale


lo Shampo Lara conta su cheratina vegetale ed olio di lino, e promette effetto anticrespo e lucidante.
Inci: Inci: Aqua, Disodium cocoamphodiacetate, Cocamidopropylbetaine, Sodium cocoyl isethionate, Glycerin, Sodium chloride, Linum Usatissimum Oil*, Xantan gum, Hydrolized keratin powder**, Lactic acid, Parfum (ipo), Potassium sorbate, Sodium benzoate, Benzyl alcohol.


Se lo shampo l'ho trovato accettabile, ma certo senza i promessi effetti anticrespo e lucidanti (l'ho terminato oggi, ma a fatica ed alternandolo con altri prodotti), bocciatura secca e senza appello per la maschera capillare, che ho proprio gettato intera dopo due o tre tentativi di utilizzo, che mi hanno lasciato una covone di fieno  devastato in testa. 
Da rilavare immediatamente o legare la chioma. Non districa assolutamente, ma poi nemmeno ammorbidisce nè lascia i capelli lucidi, condizionati o corposi. Consistenza dura, pastosa, incomprensibile, addirittura difficile da distribuire. Un prodotto veramente pessimo, per quanto mi riguarda. Inutile dire che vista la brutta esperienza, non ricomprerò più nulla di questo marchio.

Voto:  5/6 per lo shampoo, 3 per la maschera.

venerdì 25 novembre 2016

Skin care Fitocose per pelli secche: finalmente quella giusta per me!



Sono molto soddisfatta di poter dire che, dopo diversi anni di ricerche più o meno infruttuose, testando l'impossibile nell'ecobio, anche prodotti molto costosi, ho finalmente trovato la routine di skin care che fa per la mia pelle secca, disidratata, sensibilissima e tendente alla couperose.
Il tutto è a firma Fitocose, della qual casa ho provato molte referenze negli anni, tutte anche buone, ma nessuna risolutiva: ora invece ci siamo.
(Tra l'altro, sono diventati molto veloci con le spedizioni, tipo che in 5 giorni avevo tutto).
Nel caso qualcuna si riconosca nel mio tipo di pelle, lascio dunque la mia testimonianza sperando possa essere utile:

detergenza: 
- Latte detergente alle mandorle, 150 ml, € 6,50 PAO 4 mesi



Una cremina fluida ma non troppo, priva di odore e profumi, che elimina dolcemente ma perfettamente tutto il make up (anche quello non ecobio come mascara tradizionali molto strong).
Lascia la pelle perfettamente detersa ma idratata. L'unico appunto che posso fare rispetto a  questo latte detergente, che assieme a quello all'Azulene è il mio preferito di Fitocose, è che fino a qualche tempo fa era più denso, più cremoso, il che mi piaceva di più utilizzandolo io direttamente con le mani. Ma si riesce ad usarlo benissimo anche così.

routine giorno:
- fluido antiage alla vit C, 30 ml per € 15,10. PAO 4 mesi


  

Una cremina fluida, molto umettante (non saprei davvero come altro descrivere la texture), dal sentore leggermente erbaceo ma molto lieve. Idrata a fondo ed elimina da subito la sensazione di secchezze e tiraggio. Assorbe molto bene, e nutre più di un siero o gel acquoso.

- Crema al germe di grano: 50 ml per € 12,90. PAO 4 mesi

Una texture corposa seppure sufficientemente fluida da non risultare di difficile stesura. Adatta a pelli decisamente secche o per il grande freddo. Odore quasi impercettibile, no profumo. La pelle la assorbe bene, non resta lucida e però è ben nutrita e protetta. Conta tra l'altro sul germe di grano, squalano, burro di karitè, sodium PCA (forte idratante), ceramidi, vitamina E e jaluronato sodico. Nel mio caso, ne sono certa, la differenza l'ha fatta lei. 

routine notte:
- Oleus siero ristrutturante: 30 ml per € 15,10, PAO 4 mesi

Un olietto leggero, combinazione di olio di rosa rubiginosa, squalano, olio di enotera, olio di borragine, Vit A palmitata e vit E. Si assorbe meravigliosamente, senza risultare untuoso (lo so, sembra assurdo parlando di olio, ma fidatevi) e niente, anche usandolo da solo la pelle al mattino è più turgida, l'incarnato più omogeneo, insomma più bella. Non so cosa garantisca questo effetto, ma lo fa. E nessun olio, o nessuna combinazione di olii usata in passato, mi ha mai dato risultati simili (per non parlare della sensazione di benessere appena lo si applica...) Grana della pelle liscissima e compatta.

Impressioni:
Dunque, da qualche settimana sto utilizzando in combo i prodotti che vi ho descritto, e mi sto trovando divinamente (chi mi segue, sa che è molto, molto difficile che io dia un giudizio anche solo positivo su un prodotto: qui è decisamente entusiastico!). Probabilmente ho  azzeccato quello che serviva ad una pelle molto bisognosa come la mia, perchè gente, me l'ha letteralmente cambiata! Le irregolarità della superficie, le lineette da disidratazione, le pellicine: tutto sparito! Praticamente, mentre fino a qualche settimana fa ero disperata perchè per quanta crema ci mettessi, la pelle era sempre secca, tirata, segnata, ed arrossata, ora è compatta, luminosa, liscia, al punto che non sento nemmeno la necessità di applicare fondotinta: mi piace guardarla così come è. Vedo inoltre che regge molto meglio sbalzi e irritazioni da agenti esterni (freddo, aria, sudore) senza arrabbiarsi ed arrossarsi.
Sul PAO molto breve di Fitocose, preciso che per esperienza in realtà la durata dei prodotti è molto, molto superiore, di diversi mesi. Questo sia perchè proprio tecnicamente basta sincerarsi che il prodotto non sia alterato nella consistenza e nell'odore, e si può continuare ad usarlo tranquillamente, sia perchè io stessa l'ho verificato molte volte coi loro prodotti, perciò non vi freni il Pao solo pruduenzialmente così breve.
Quindi, se vi riconoscete in questo tipo di pelle, prendete serenamente in considerazione questi prodotti perchè a mio avviso valgono.

Voto: 9

lunedì 31 ottobre 2016

novità capelli La Saponaria: Balsamo Moringa Girasole e leave in Moringa Lino

Ciao a tutte! Oggi vi recensisco due  nuovissimi prodotti di hair care che ho acquistato qualche settimana fa da OnlyBio,  e-commerce che mi piace molto per la varietà della selezione e la celerità della consegna (unita ad un imballo molto carino e generosità nei campioncini!)

Sono i due ultimissimi nati in casa La Saponaria, azienda ecobio italiana che immagino tutte conosciate, quindi non mi dilungherò sulla filosofia.
Io ho capelli secchissimi e trattati, che devo lavare di continuo per via dello sport, dunque sono sempre alla ricerca di prodotti hair care che nutrano e idratino, ma tanto tanto!
La scelta è dunque caduta sul Balsamo Moringa e Girasole, nutriente e ristrutturante per capelli trattati, € 7,60 per 150 gr,  e il balsamo-leave in Moringa e lino, sempre € 7,60 per 150 gr
  
  
   

Conoscevo già La saponaria, poichè ho utilizzato ed uso con soddisfazione lo Shampoo al Girasole e arancio, con cui mi sono trovata bene, dunque ho voluto dare una ulteriore chance alla casa.
Ebbene: la prima "delusione" è derivata dalla poca quantità contenuta nei flaconi: il taglio per entrambi è  da 150 gr, non 250 come per tutti gli altri prodotti normalmente in commercio nel settore.
Preciso: cosa che leggendo sul sito si capisce benissimo, eh? Nulla di scorretto. Però...Insomma, ci sono rimasta un po' male vedendo quanto poco avevo acquistato con € 7,60.

le proporzioni con la mano....

Gli inci sono assolutamente ecobio e validi, nulla da dire: ricchi di condizionanti e districanti, niente siliconi ecc.
Inci balsamo Arancio e Moringa:
Aqua, Propanediol, Aloe Barbadensis Leaf Juice*, Cetearyl Alcohol, Behenamidopropyl Dimethylamine, Linum Usitatissimum Seed Oil*, Helianthus Annuus Extract*, Linum Usitatissimum Seed Extract*, Moringa Pterygosperma Seed Extract, Citrus Aurantium Amara Flower Water*, Cananga Odorata Flower Oil, Pelargonium Graveolens Flower Oil*, Citrus Aurantium Dulcis Peel Oil Expressed*, Glycerin, Lactic Acid, Ethyl Lauroyl Arginate Hcl, Limonene, Benzyl Alcohol, Cinnamic Acid, Citronellol, Geraniol, Linalool, Maltodextrin (*da agricoltura biologica).

Inci leave in Moringa e Lino:
Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice*, Propanediol, Cetearyl Alcohol, Butyrospermum Parkii Butter*, Cetearyl Olivate, Glycerin, Sorbitan Olivate, Pca Glyceryl Oleate, Ethylhexyl Stearate, Linum Usitatissimum Seed Extract*, Moringa Pterygosperma Seed Extract, Fructooligosaccharides, Saccharide Isomerate, Citrus Bergamia Peel Oil Expressed, Pogostemon Cablin Leaf Oil, Pelargonium Graveolens Stem Leaf Oil*, Lavandula Hybrida Oil*, Sodium Pca, Xanthan Gum, Lactic Acid, Ethyl Lauroyl Arginate HCl, Sodium Phytate, Benzyl Alcohol, Limonene, Cinnamic Acid, Linalool, Citronellol, Geraniol, Maltodextrin, Citric Acid, Sodium Citrate (*da agricoltura biologica).


Impressioni: 

il Balsamo Arancio e Moringa fa quel che promette, districa benissimo pur in piccola quantità (e bisogna imparare a dosarlo, effettivamente rende molto, e del resto altrimenti in due/tre applicazioni sarebbe terminato...), idrata abbastanza, lasciando un delicatissimo profumo di arancio che svanisce all'asciugatura. Nulla però di diverso da quello che fanno tutti gli altri balsami del ramo ecobio che ho testato (e sono tantissimi...). La consistenza è parecchio fluida.

il leave in alla Moringa e Lino consistenza un po' cremosina, un misto tra crema e gel diciamo, profumo erbaceo delicatissimo, devo ancora capirlo bene; effettivamente toglie il crespo, almeno un po', ma tende ad appesantire (io ho capelli fini e secchi secchi, ma leggermente mossi e mi piace usare questo genere di prodotti per lasciare asciugare i capelli all'aria ed evidenziare un po' movimento e definizione delle onde stenterelle che riesco a tirar fuori se mi impegno...). Comunque sia, nulla di diverso da altri prodotti analoghi che ho usato (penso soprattutto alla crema ristrutturante o  alla lozione ricci morbidi di Biofficina Toscana, che ho usato e che comunque non ho trovato miracolose) 

In definitiva: prodottini senz'altro validi, ma nulla di miracoloso. Del resto, io di miracoloso in questo settore non ho trovato ancora nulla, nè quanto ai capelli nè quanto alla pelle secchissima e perennemente  disidratata...

Voto:
6/7

domenica 2 ottobre 2016

Bare Minerals Complexion Rescue: ottimo

Un prodotto che ho molto apprezzato questa calda estate è stata la crema colorata in gel con SPF 30 di Bare Minerals, la Complexion Rescue.




Come noto Bare Minerals non produce ecobio, ma in ogni caso propone prodotti dall'inci estremamente curato, a base di pigmenti minerali, senza siliconi, petrolati e parabeni. Quindi a mio avviso un buon compromesso tra resa estetica e funzionale e composizione, considerata soprattutto la facile reperibilità (in tutti i Sephora, spesso con scontistiche interessanti anche del 20%).
L'inci come dicevo è ben fatto (approvato anche da Lola dell'Angolo di Lola); conta tra l'altro olio di  cocco frazionato con funzione emolliente, squalano (potente idratante antiage), acido ialuronico, e numerosi estratti vegetali dal potere fortemente idratante.

Inci: Aqua (water), coconut alkanes, propanediol, squalane, trehalose, isostearic acid, glycerin, silica, agar, caprylic/capric triglyceride, globularia cordifolia callus culture extract, salicornia herbacea extract, melilotus officinalis extract, coco-caprylate/caprate, butylene glycol, lauroyl lysine, sodium hyaluronate, succinoglycan, polysorbate 60, cellulose gum, polyglyceryl-4 laurate/succinate, sorbitan sesquiisostearate, magnesium stearate, magnesium hydroxide, magnesium chloride, potassium chloride, calcium chloride, potassium sorbate, phenoxyethanol. may contain: titanium dioxide, iron oxides.

Questa crema colorata offre un alto indice di protezione - SFP 30 - a base di soli filtri fisici, e con indice PA +++, ovvero protezione anche contro gli UVA, quelli che penetrano maggiormente in profondità nel derma: non arrossano, ma combinano molti guai, e non solo a livello di collagene e dunque di rughe.
Per me che sto parecchio all'aperto, era una tentazione troppo ghiotta dunque, provato un generoso campioncino da Sephora (se li chiedete, ve li preparano sempre) ho potuto testare il prodotto e poi l'ho acquistato.
29 € per 30 ml, PAO 12 mesi, io in colorazione 7 Tan.
    
   


La consistenza è  quella di una crema gel, estremamente idratante: la sensazione addosso è davvero molto piacevole, per chi come me ha una pelle secca o mista a tendenza secca.
Confort estremo. Poi la fisso con un po' di polvere di riso, o cipria, e dura pazzescamente perfetto fino a sera, nonostante sudate, temperature torride ed umidità.
Lasciando la pelle bella fresca ed idratata, e un aspetto curato.
La coprenza è medio-bassa: in effetti, il prodotto, essendo un gel, non copre, ma uniforma molto bene discromie, rossori e segni.
Quando la sera ci si strucca, la pelle è più bella, più fresca, ben idratata. L'ho apprezzato veramente molto.
Io personalmente la stendo con le dita, oppure con un round kabuki di Sygma,
comunque un pennello a setole molto fitte e compatte e testa quasi piatta. Viene bene in entrambi i casi.
Giudizio:
Per quanto mi riguarda, il mio giudizio su questo prodotto è estremamente positivo. Mi è piaciuto molto, rende bene, è piacevole da usare e dona grande idratazione. Per il caldo, un ottimo prodotto soprattutto considerando la leggerezza della texture che lascia respirare la pelle e l'alto fattore di protezione.
Decisamente promosso
Voto:
8

Bare Minerals Bareskin Pure Brightening Serum Foundation: promosso!



Oggi recensisco un prodotto Bareskin, che come noto è una marca americana di prodotti make up basati sul minerale: non ecobio, ma compromesso ragionevole alla luce della buona composizione (no siliconi, no petrolati nè parabeni), ridotta, essenziale, senza profumazioni di sintesi aggiunte.
Il concept è un prodotto make up performante, e che faccia contemporaneamente del bene alla pelle.
Molto noti da anni i loro fondi minerali, coi quali (come per tutte le polveri) non mi trovo molt bene causa secchezza della pelle, che mal si accorda con la polvere minerale che, di per se', asciuga ancor di più.
Comunque.
Essendomi trovata divinamente questa estate col loro Gel colorato SPF 30, il Complexion Rescue cioè, ho voluto dare una chance al fondotinta in siero che la Casa propone, ovvero il Bareskin, che ho acquistato in tonalità n. 08 (Bare beige).
Questo prodotto, che reperite facilmente in tutti i punti vendita Sephora per circa € 34 per 30 ml di contenuto, PAO 12 mesi, è un fondotinta fluido, che va ben shackerato prima dell'uso per consentire alle polveri minerali di emulsionarsi bene con la fase liquida - il siero - vanta tra gli ingredienti del siero estratti di cellule staminali di lillà, acido ialuronico e vitamina C, con proprietà antiox e protettive.
Ha un SPF 20, che non guasta mai, determinato da filtri fisici.


Impressioni:
Appena steso, ha un odore un po' da olio, ed anche la consistenza sembra vagamente oleosa (avete presente il fondotinta liquido So' Bio, che avevo recensito qui? ecco, molto simile....solo in prima battuta, però. La riuscita di questo di Bareminerals è infinitamente superiore)
Utilizzato con il suo particolare pennello  questo (Bareminerals propone un pennello studiato ad hoc per ciascuno dei propri prodotti: questo ha uno speciale serbatoio centrale su cui far cadere la goccia di prodotto che occorre), in quantità omeopatiche, poichè con 4 gocce - si, proprio gocce - si applica molto facilmente sulla pelle, che uniforma molto bene sia pure mantenendo un finish naturale e leggero.
  
Bareskin 08
  
Bareskin n. 08 sfumato
Poi bisogna dargli il tempo d fondersi con la pelle ed "asciugare", eventualmente fissandolo con una cipria. Io Possiedo anche la loro Mineral Veil, polvere fissante a base di amido di mais, ma onestamente non mi pare questo granchè. Una normalissima polvere di riso mi pare migliore, così come qualsiasi altra cipria possediate, bio o meno.
Il finish è semioleoso appena applicato, ma dopo due minuti e un filo di cipria è asciutto, senza risultare gessoso o polveroso.  Naturale ma curato.
Il prodotto comunque mi piace parecchio: dura inalterato molte molte ore, anche se ad es a me, che ho la pelle soprattutto sulle gote molto secca, tende ad evidenziare un po' le pellicine se non ci metto sotto una generosa dose di idratante. Quindi almeno per me il siero di cui è costituito il fondo, non è sufficiente da solo.
Si stende comunque altrettanto bene con una beauty blender, un po' più difficilmente con le dita, poichè è molto liquido, ma non è impossibile: il pennello apposito quindi non è a mio avviso strettamente indispensabile.
Giudizio:
Reputo  Bareskin un gran bel prodottino, che dura molto visto che se ne usa pochissimo (ha una altissima resa): dunque, alla fine non costa nemmeno troppo. Idrata effettivamente molto bene la pelle, anche se è in ogni caso necessario applicarlo sopra un trattamento idratante. Infine, lo ritengo adatto a elli secche o misto secche, non direi a pelli grasse o molto oleose. Copertura media, finish naturale, tenuta ottima (se fissato con un minimo di cipria).
Voto:
7  e  mezzo

Mater Natura Spray Lucidante Anticrespo con equiseto





Ennesimo prodotto che non mi ha soddisfatta.
Presa dall'entusiasmo per l'ultimissimo nato in casa Mater Natura (con cui non mi ero trovata bene, vedi qui la mia precedente recensione della maschera, che proprio non mi era piaciuta), ho voluto dare una chance al nuovissimo spray che promette meraviglie anticrespo e condizionanti-disciplinanti.

INCI: Dodecane, Dicaprylyl ether, Ethylhexyl stearate, Cocoglycerides, Decyl oleate, Squalane, Argania spinosakernel oil (*), Prunus amygdalus dulcis (Sweet almond) oil (*), Sesamum indicum (Sesame) seed oil (*), Equisetum arvense extract (*), Helianthus annuus (Sunflower) seed oil (*), Lavandula angustifolia (Lavender) flower extract (*), Citrus medica limonum (Lemon) leaf extract (*), Mentha piperita (Peppermint) extract (*), Rosmarinus officinalis(Rosemary) extract (*), Salvia officinalis (Sage) extract (*), Vanilla planifolia fruit extract, Tocopheryl acetate, Tocopherol, Parfum [Fragrance], Benzyl salicylate, Limonene, Alpha-isomethyl ionone, Citronellol, Hexyl cinnamal,Linalool, Coumarin.

L'inci sembra valido, sebbene con molti olii in primissima posizione: ma c'è l'equiseto, noto fitoestratto dalle proprietà remineralizzanti e sostantivanti per il capello. Inoltre, io ho capelli ultrasecchi, dunque mi sono detta: proviamo.
Tanto più che con estrema costernazione giorni fa ho inavvertitamente fatto cadere lo spray lucidante di Biofficina Toscana (presente? flacone in vetro e olietti leggeri....vetri e olii sparsi per il bagno, ovviamente appena pulito....che il Signore mi perdoni per le espressioni indispettite che mi sono sorte spontanee...)
Quindi, su Ecco-Verde mi sono accattata lo spray MN per € 12,99 per 100 ml.
Flaconcino carino, in plastica, coi colori e grafica della marca. 
Testato subito.
Dunque: profumo delicato e buono, ma un po' nauseante, con sentori di cocco; ma fin li, chi se ne, se fa il suo dovere.
Il problema è che unge, tanto. Troppo. Anche solo con 1 singolo pump di prodotto sui palmi, poi passati sulle lunghezze, è troppo. Unge, e anche dopo ore si vede che la ciocca è unta.
Per dire: con lo spray di Biofficina Toscana (che a questo punto ricomprerò immediatamente, perchè questo di Mater per me è inutilizzabile), dovevo applicarne 3/4 pump, prima di vedere effetti vagamente unti e che comunque dopo mezz'ora al massimo sparivano, attesa la secchitudine del mio scalpo.
Quindi, per quanto mi riguarda, ennesimo prodotto Mater Natura bocciato. Peccato, perchè astrattamente la composizione mi pareva assolutamente valida e il prodotto piacevole. Ma non funziona, almeno per me (capelli fini, mossi, secchi)
Voto:
5