lunedì 16 giugno 2014

Coleur Caramel fondo minerale in polvere libera

Inci name: mica, oriza sativa (rice) powder*, tocopherol, amaranthus caudatus seed extract, oxycoccus palustris (cranberry) seed oil, olive oil decyl esters, squalene [+/– may contain : CI 77891 (titanium dioxide), CI 77491 (red iron oxide), CI 77492 (yellow iron oxide), CI 77499 (black iron oxide)]
* ingredienti da agricoltura biologica


Ho acquistato questo prodotto da Mondevert per € 21,00. Ero curiosa di provare la marca nella versione minerale, che normalmente non mi fa impazzire perchè ho la pelle tendenziamente secca, poichè sapevo che nella formulazione Coleur Caramel  utilizza la polvere di riso (oriza sativa) che è lenitiva ed idratante pur avendo funzione seboassorbente.

In generale, l'INCI è più ricco di attivi rispetto alle usuali formulazioni delle polveri minerali: come potete vedere sopra, conta anche vit E (tocoferolo), olio di semi di mirtillo, che è flebotonico, e squalene.
Dunque mi sono detta: proviamo!
Ho acquistato un colore scuretto, lo 06 (è un Brun Clair, ovvero un Tan) ma senza sottotoni. Diciamo un Tan neutral per capirci.
Ho cercato di mostrarvi uno swatch decente, ma non è facile come vedete...probabilmente il fondo è esattamente del colore del dorso della mia mano.
Con la mia pelle medio-chiara, in questa stagione, può andare atteso che se pure evito il sole sul viso da alcuni anni, la pelle del corpo mi si scurisce facilmente  e dunque voglio evitare lo stacco....al contrario!
opinione:
La polvere è morbidissima ed impalpabile. Ho applicato questo fondo con il pennello flat buki di Sigma, che è ideale per le polveri libere in quanto molto denso e compatto. In tal modo, si evita dispersione della polvere e si riesce a farla aderire bene al viso.
Devo dire che già all'applicazione la sensazione è di maggiore morbidezza rispetto alla texture delle polveri minerali normali.
Tuttavia, mi sono resa conto subito che il normale idratante giorno che applico in questo periodo caldo non è  per me sufficiente per utilizzare questo tipo di fondi, dunque mi riprometto di riprovare come consigliato dalla casa con la loro Base Maquillage illuminante (uno dei due primer di cui vi ho parlato qui), in quanto soprattutto a livello delle guance avverto una sensazione sgradevole di secco.
Ma tenete appunto conto della mia tipologia di pelle: chi di voi avesse pelle mista, non dovrebbe aver alcun problema ad usare direttamente la polvere di cui parliamo, o ad usarla sopra un normale idratante o siero senza fase grassa.
A distanza di molte ore, pur con una giornata molto calda e salite e discese dall'auto infuocata, la tenuta è ancora molto buona: mi si è solo vagamente lucidato il naso, ma niente di che.
La copertura è medio-bassa, uniforma bene ed in maniera naturale rossori e discromie, ma con applicazione asciutta e senza alcun correttore sotto non consente di mascherare imperfezioni importanti.
Però la sensazione di morbidezza e di minor asciuttezza rispetto a tanti altri fondi minerali che ho provato merita un pensiero!
Mi riprometto un aggiornamento dopo prova con base CC sotto al fondo, e con applicazione wet e con spugnetta Beauty Blender, che è poi il mio metodo preferito di applicare i fondi in polvere perchè aumenta molto coprenza e tenuta senza però effetto mascherone.
Un abbraccio!

Nessun commento:

Posta un commento